La censura del pensiero

di Costantino Marco

Liberiamo le forze economiche da ogni fondamento e fine etico per poi lamentarsi che la crescente potenza degli interessi privati contrasti con il bene comune e gli interessi generali, ritenenuti coincidenti con il buon andamento delle imprese. Il caso della censura dei social a Trump rivela solo una tendenza al monopolio delle idee che costituisce il principale fattore di decadenza culturale e civile dei paesi democratici, i quali non ammettono altra libertà di espressione che quella propria di denigrare gli avversari. Quanto la “società aperta” sia di fatto ideologicamente chiusa lo conferma la definizione stessa di una politica “corretta” da promuovere e di una scorretta da zittire. Da parte di chi? Di monopolisti dei mezzi di informazione che probabilmente non hanno mai letto un libro in vita loro o sono privi di una più piccola idea che non sia quella di fare soldi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *